CAMMINO DI SANTIAGO: LE VIE SPAGNOLE

CAMMINO DI SANTIAGO: LE VIE SPAGNOLE

Il cammino di Santiago De Compostela è molto di più di un viaggio, è un’esperienza esistenziale alla ricerca di quiete interiore e spiritualità. Sin dal Medioevo migliaia di viaggiatori scelgono di arrivare in Spagna in solitaria, percorrendo chilometri di strade che da mezza Europa si diramano verso il santuario di Santiago De Compostela. È qui che dal IX secolo, a seguito della scoperta della sepoltura di San Giacomo il Maggiore, ci si reca in pellegrinaggio sulla tomba dell’apostolo di Gesù. I percorsi che giungono in Galizia, regione a nord-ovest della Spagna, attraversano paesi, borghi, paesaggi naturali incontaminati e ci raccontano la storia del nostro antico continente.

VIAGGIO DI GRUPPO: IL CAMMINO DI SANTIAGO

viaggi di gruppo per Santiago sono un’ottima alternativa per chi non se la sente di affrontare il cammino in solitaria, ma vuole comunque intraprendere questa mistica esperienza.

Del resto sono gli stessi viaggiatori solitari che raccontano di come questo viaggio si trasformi spesso in un incontro tra popoli e culture, di come le amicizie nate quasi per caso lungo il pellegrinaggio siano solide e indimenticabili.

Oggi ci si può affidare a un tour operator che curi gli aspetti pratici del viaggio.

Molti pellegrini scelgono di percorrere soltanto gli ultimi 700 km circa del cammino, ovvero quelli che si diramano da Pamplona a Santiago. Prima della partenza i camminatori dovranno richiedere la credenziali del pellegrino, ovvero un documento sopra cui apporre dei timbri a ogni tappa – presso chiese, negozi, ostelli e così via – solo in questo modo otterranno la Compostela, il documento religioso rilasciato dall’autorità ecclesiastica di Santiago che certifica il pellegrinaggio alla tomba dell’apostolo.

La visita al Santuario è molto suggestiva e per molti ha un significato profondo a cui sarebbe un peccato dover rinunciare.

PERCHÉ FARE IL CAMMINO DI SANTIAGO CON UN VIAGGIO ORGANIZZATO

Oggi molte persone optano per viaggi organizzati poiché, soprattutto per chi non è in ottime condizioni fisiche, affrontare il cammino non è consigliabile. L’aspetto positivo è che molti camminatori potranno scegliere di percorrere alcune brevi tappe a piedi, facoltative, per poi ricongiungersi al gruppo e coprire distanze troppo impegnative in pullman.

Per chi sceglie di partecipare a vacanze di gruppo in direzione Santiago è consigliabile un abbigliamento pratico (scarpe sportive, giacca per il vento e cappello per il sole). I più devoti sceglieranno di portare con se anche El Bordòn (il bastone) e la conchiglia, i due simboli del pellegrinaggio.

Chi vola dall’Italia può prendere un volo per Bilbao, dai principali aeroporti italiani con scalo a Madrid. Da Bilbao la tappa successiva è Pamplona. Da non perdere la Cattedrale e il giro della Ronda, un percorso lungo le mura cittadine di 4 km. Si prosegue in direzione di Eunate con la bellissima chiesa templare dedicata a Santa Maria e poi verso Puente la Reina dove si può visitare la chiesa del Crocifisso, la chiesa di Santiago, l’antico ponte medievale e le Belenas, stretti passaggi tra le vie del centro storico della città.

Scopriamo quindi le varie tappe del Cammino di Santiago. Qui invece trovi dei consigli pratici per affrontarlo al meglio.

IL CAMMINO

Le principali vie che convergono verso Santiago sono descritte nel Codex calixtinus (il Liber Sancti Jacobi), strade che, dal Medioevo e ancora oggi, si diramano dai paesi del Nord Europa, dalla Francia, dall’Italia e dalla Spagna. Da ovunque arrivino i pellegrini il punto di passaggio che nessuno manca è il Puente la Reina.

Percorrendo una delle vie più antiche del Cammino, sui resti di una strada romana, si arriva a Villatuerta, imperdibile una visita alla chiesa di N.S. De la Asuncion. Da qui una strada collinare di 4 km porta fino a Estella.

Altra tappa è Logrono, capitale di La Rioja, con la Concatedral de Santa Maria, la chiesa di San Bartolomeo e la chiesa di Santiago. Da Logrono un dolce percorso collinare di 12 km arriva fino a Navarrete, tra campi di grano e vigneti potrete apprezzare la bellezza di questa regione.

La città medievale di Najera è una tappa obbligata per visitare il Monastero de Santa Maria la Real e ancora Santo Domingo de la Calzada con la sua suggestiva Cattedrale gotica; poi Atapuerca e il Museo de la Evolucion Humana, per arrivare a Burgos, una delle città più belle del cammino con la sua incredibile Cattedrale. Anche in questa zona i camminatori potranno percorrere gli 8 km nel verde che collegano Castaneres a Burgos.

Di città in paese il cammino che conduce a Santiago si fa ricco di esperienze culturali e umane. E di tappa in tappa non dimenticate di incitare i vostri compagni con le grida di incoraggiamento al pellegrino compostellano: «Ultreya! Suseya!»

Il tour ideale prosegue per Fromista con la chiesa di San Martin de Touts e poi Villalcazar de Sirga, un paesino dominato dalla chiesa templare dedicata a S. Maria la Blanca. Un altro percorso (10 km) consigliato ai camminatori è quello che da Burgos porta a Tardajos. Per proseguire verso Carrion de los Condes, Sahagun e Leòn. Quest’antica cittadina romana è un’altra tappa imperdibile. Tra le antiche mura di Leòn si possono visitare la Cattedrale gotica, la Basilica di San Isidoro e la Casa de los Botines (opera  di Gaudì).

Si arriva così ad Astorga e Ponferrada, dominata dal castello dei Templari, da qui i camminatori possono arrivare a piedi fino a Molinaseca, il percorso è di 7 km. Sempre da Ponferrada è consigliabile il cammino di 10 km fino a Camponaraya.

Si lascia così la regione della Castiglia per arrivare in Galizia attraversando il valico di O Cebreiro in direzione Samos, per visitare l’imponente monastero benedettino, e da qui a Santiago. Nei presi della città i camminatori possono salire da Labacolla al Monte do Gozo (6 km) e poi scendere verso la città (5 km). Santiago De Compostela vi lascerà meravigliati per la sua bellezza che coniuga diversi stili architettonici, una incredibile città d’arte a cielo aperto. Nella Cattedrale, che domina il centro storico medievale, ogni viaggiatore potrà infine raccogliersi e dedicare il giusto tempo di fronte alle reliquie di San Giacomo il Maggiore.

L’ultimissima tappa è Finisterre, piccolo centro della Galizia nei pressi di Santiago, considerato nel Medioevo il termine delle terre conosciute. Qui è tradizione, fin dall’antichità, bruciare gli abiti del pellegrinaggio e immergersi nelle acque dell’oceano per un bagno purificatore. Un momento magico per non dimenticare il lungo viaggio di cui a lungo avrete memoria.

Santiago De Compostela, dopo Gerusalemme e Roma, è senza dubbio la città più importante al mondo per la cristianità, non si tratta soltanto di un pellegrinaggio religioso, ma di un vero e proprio percorso esistenziale che ogni viaggiatore dovrebbe percorrere almeno una volta nella propria vita.

CONTATTI

VIAGGIA CON NOI

Agenzia Viaggi “Viaggia con Morena”
di Morena Vandelli
Sede legale
Via Marconi 9/b, 44012 Bondeno (FE)
P. IVA 01963920382

CONTATTI

Orari: h. 09.00 – h. 20.00
Telefono: +39.348.56.36.734
Email: web@viaggiaconmorena.it